Laboratorio di restauro per manufatti tessili e polimaterici

Attività 2014

Nel mese di agosto 2014 sono ripresi i lavori di riassemblaggio delle numerose thanka a completamento dei lavori di restauro condotti precedentemente sulle parti principali costituenti il manufatto: il dipinto e la cornice tessile e, a seguire, il ricollocamento del bastone e dell’asticella di sospensione. Su 66 thanka riassemblate, 59 sono state scelte per la mostra “Alla scoperta del Tibet” che sarà inaugurata il 4 dicembre 2014.

La ricucitura della cornice tessile al dipinto è stata eseguita con filo di seta a punto “filza”: tale intervento è stato determinante per la ricomposizione del manufatto e per alcune thanka si è presentato di non facile soluzione poiché la parte tessile per le sue caratteristiche intrinseche (elasticità, flessibilità, etc.) contrastava con la staticità della parte dipinta, per cui le due parti non combaciavano regolarmente. Arduo è stato riuscire a rispettare il dipinto senza nulla occultare ed in contemporanea distribuire la superficie tessile equamente in modo di evitare eccessivi cedimenti e/o stiramenti.

Le fasi di riassemblaggio hanno riguardato anche la ricollocazione dei bastoni e delle asticelle di sospensione, considerato che l’80% dei bastoni in legno si conservavano con evidenti e profondi solchi di rosura da insetti (xilofagi) e deformazioni della materia stessa (imbarcamento). Di concerto con la D.L. si è deciso di sostituire il legno con il plexiglas salvando ove si conservavano le borchie di metallo, anche le bacchette di legno sono state sostituite tutte con tubicini di plexiglas poiché le loro condizioni erano disastrose. Infine, nella maggior parte delle thanka è stato ripristinato, mediante applicazione a cucito di fettucce di cotone, l’alloggio per l’entrata delle bacchette di sospensione poiché quello originale era impraticabile.

Delle 59 thanka, 17 non hanno più la cornice tessile: per la loro esposizione è stato deciso un montaggio in passepartout foderato di tessuto di cotone blu. Il supporto è di materiale Carton Mousse della Canson, il taglio, a  45° di inclinazione su uno spessore di 5 mm, valorizza maggiormente la cornice coperta dal tessuto.

I lavori di riassemblaggio delle numerose thanka (2006 e 2014) sono stati coordinati dal funzionario restauratore conservatore, Responsabile del Settore restauro e conservazione del Museo, Rosanna Rosicarello con la collaborazione delle restauratrici di materiale tessile Giovanna Cisternino e Raffaella Prodomo, Donatella Cecchin restauratrice di materiale cartaceo e fotografico per le thanka montate con il passepartout.

Il restauro dei dipinti tibetani è stato realizzato da Maggiorino Eclisse, Livio Iacuitti e Dominique Queloz

Cucitura della cornice tessile al dipintoCucitura della cornice tessile al dipinto_Giovanna CisterninoCucitura della cornice tessile al dipinto_Raffaella ProdomoCucitura punto posato: particolareLavorazione passepartout_Donatella CecchinPreparazione passepertoutPreparazione passepertoutPreparazione passepertout_Donatella Cecchin