Archivio delle collezioni orientali in Italia

L'Archivio delle Collezioni Orientali in Italia nasce nel 1981 con lo scopo di ampliare e approfondire la conoscenza di materiali e oggetti d'arte, facenti parte di collezioni e raccolte a carattere locale, sul territorio nazionale. Le schede raccolte in questi anni, corredate di fotografie, sono state in gran parte informatizzate su supporto digitale secondo lo standard di informatizzazione richiesto dall'Istituto Centrale del Catalogo e Documentazione (ICCD).

Collaborazioni sono attualmente in atto con il Museo Etnografico di Firenze, con il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, dove oltre ad una collezione vicino-orientale (già pubblicata), sono presenti manufatti islamici e porcellane dell'Estremo Oriente (Cina e Giappone); in fase di attuazione è la collaborazione con il Museo Archeologico di Trieste, che possiede una raccolta di oggetti di arte islamica e con il Museo Egizio di Firenze per la schedatura del materiale islamico. Si prevede infine una collaborazione con il Comune di Casale Monferrato al fine di organizzare una mostra di acquarelli e guazzi cinesi, appartenenti alla collezione Vidua.

[Testo di Rita Bernini]